Aprire un’attività all’estero, fin dai primi anni del XX secolo è stata una prerogativa di tutte quelle persone che non vedevano una strada di successo in Italia: la loro costanza comunque li ha premiati, portandoli a creare enormi guadagni in terra straniera.

Contributi per aprire attività all’estero

Vediamo come è possibile intraprendere una attività commerciale all'estero.

Servizi vendita attività commerciali all’estero

Il sito Voglioviverecosì mette a disposizione un’intera sezione dedicata a chi vuole ritirarsi da una attività commerciale all’estero, e per questo motivo ha interesse a metterla in vendita. In questo modo, l’utente può avere una prima idea di quello che è il giro di affari dell’azienda in questione, e delle motivazioni per cui il proprietario ha deciso di ritirarsi.

In particolare, vengono presentate offerte interessanti nelle sezioni:

  • Investire a Budapest
  • Investire a Berlino
  • Investire a Cracovia
  • Investire a Praga
  • Investire in Romania
  • Investire a Montecarlo

in quanto questi paesi sono attualmente la scelta migliore in termini di apertura di attività commerciali all’estero.

Quali sono quelle più redditizie

Se stai pensando di aprire un’attività all’estero, devi considerare molte cose. Dal mercato di destinazione al tipo di business che desideri avviare, le scelte possono essere numerose e complesse. Per aiutarti ad iniziare la tua attività, ecco alcuni consigli e attività più redditizie da considerare quando si tratta di aprire un’attività all’estero.

Prima di tutto, devi capire il mercato del tuo paese di destinazione. Ciò significa fare ricerche approfondite sulle leggi commerciali locali, sulla concorrenza esistente e su qualunque altro fattore che possa influenzare l’avviamento della tua attività. Inoltre, è importante comprendere come i clienti nel paese target interagiscono con i prodotti o servizi offerti dalla tua azienda. Questa ricerca può richiedere tempo ed energia, ma è necessaria per far decollare con successo la tua azienda. 

Un'altra cosa importante da considerare quando si tratta di aprire un'attività all'estero è la lingua. Se stai prendendo in considerazione un paese con una lingua diversa dalla tua madrelingua, assicurati di impararla al meglio prima dell'apertura della tua nuova impresa. Anche se non devi necessariamente padroneggiarla perfettamente prima dell'apertura del tuo business, quantomeno dovresti sapere come comunicare con i clienti locali nella loro lingua madre in modo efficace.

Quali attività sono più redditizie?

Cercare di capire qual è il settore più redditizio da inserire nel tuo nuovo business all'estero può essere difficile. Alcune opzioni da prendere in considerazione includono la tecnologia, la consulenza finanziaria, l'import-export, l'industria alberghiera e ristorativa, i servizi di trasporto e logistica, l'educazione e il turismo. La chiave è conoscere il mercato estero che stai targettizzando e comprendere come i tuoi prodotti o servizi si adatteranno al mercato locale. Investire tempo nel fare ricerche sul mercato prima di decidere quale attività intraprendere è fondamentale per garantire che avrai successo.

Un altro modo per determinare quale settore potrebbe essere più redditizio per te è guardare cosa potresti fare meglio rispetto a tutti gli altri. Ad esempio, se hai vissuto in un paese straniero per diversi anni ed ha acquisito familiarità con la cultura locale, potresti decidere di aprire un negozio specializzato in articoli unicamente proveniente dal paese in cui ti trovi. Offrendoti come fornitore di prodotti unicamente locali possono renderti competitivo rispetto ad altri venditori che non possiedono tale conoscenza del territorio.

In conclusione

Aprire un’attività all’estero può essere un processo complesso ma anche gratificante se fatto correttamente! Ricordarsi sempre di fare ricerche approfondite sul mercato locale e sulla concorrenza esistente prima di decidere dove aprire il proprio business. Inoltre impara la lingua locale in modo da poter comunicare con i clienti locali nella nativa lingua madre.

Infine, quando si tratta di attività redditizie da intraprendere all’estero, non c’è limite al numero di settori ed opportunità che puoi valutare.

Autore: Enrico Mainero
Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).

Altri articoli che potrebbero interessarti

Associazioni con Partita Iva: scopriamo chi ne ha bisogno?

Le associazioni che intendono svolgere attività commerciale, devono chiedere l’attribuzione della Partita Iva presso l’Agenzia delle Entrate dove sono residenti.