Dopo avervi parlato del bilancio, oggi vi presentiamo un'altra guida molto utile: quella sulla compilazione di una cambiale. La cambiale è un titolo di credito, con il quale chi la redige trasferisce una qualsiasi somma di denaro ad un’altra persona o ad un'azienda e/o ditta individuale. E’ importante che la pratica della compilazione di una cambiale non porti e non contenga inesattezze, pena la sua eventuale invalidità. Il documento contiene diversi campi che devono essere compilati obbligatoriamente, più alcuni che sono invece a discrezione del creditore. A seguire indichiamo le modalità per redigerla in maniera corretta. 

Le tipologie di cambiali

Non esiste solamente un tipo di cambiale, bensì vari tipi. Questi vari tipi di cambiale sono raggruppati in due tipologie principali: 

Cambiale tratta

(o cambiale tratta da due persone)

Pagherò cambiario

La cambiale tratta funziona in modo che il traente impartisce l’ordine al trattario di pagare una determinata cifra al portatore del titolo. Il traente dovrà garantire la cambiale per legge.

Per quanto riguarda invece il pagherò cambiario, si tratta di una promessa di pagamento. L’emittente promette il pagamento al beneficiario del titolo. Dovrà essere firmata dall’emittente.

Compilazione di una cambiale: e quella agraria come funziona?

Quando si parla di compilazione di una cambiale agraria si fa riferimento di un finanziamento a breve termine che la banca concederà al cliente mediante sconto di cambiali emesse da quest’ultimo. Il tasso di questo finanziamento è agevolato. Questo strumento è destinato agli imprenditori che svolgono attività agricole ed ha la finalità di anticipare le spese dell’annata agraria o i capitali necessari a completare il ciclo produttivo.

La durata minima del finanziamento, sarà di un mese e la durata massima sarà di dodici mesi. Il cliente in questi mesi riceverà una somma di denaro con impegno di rimborsarla, insieme agli interessi, secondo un piano di ammortamento che verrà definito al momento dello stipula del contratto. Dopodiché verranno rilasciati alla banca effetti cambiari di importo pari a quello da rimborsare.

Quelle finanziarie...

Le cambiali finanziare sono emesse in serie con durata ben delimitata (da un 1 mese ad un massimo di 36). In questo tempo la girata non sarà garantita per evitare azioni di regresso. Questo tipo di cambiale aveva lo scopo di creare un titolo di credito intermedio tra la classica cambiale e l’obbligazione, ma in Italia non ha avuto la stessa diffusione a differenza che in altri Paesi. 

Ipotecaria: mancato pagamento 

La cambiale ipotecaria, è un titolo di credito garantito da un’ipoteca. Ciò significherà che in caso di insolvenza alla data di scadenza della cambiale, l'immobile del debitore garantisce il soddisfacimento del creditore. Quindi in caso di mancato pagamento, il creditore-beneficiario diventerà il legittimo possessore dell’immobile ipotecato in questione e pertanto potrà esercitare i diritti relativi.

Ecco i campi da compilare (nei casi in cui non sia in bianco) e il 12 per mille

La compilazione di una cambiale ha diverse aree dedicate all’inserimento dei dati, i cui spazi devono essere rispettati perchè tali dati costituiscono un requisito formale di validità del documento. Vediamo cosa è necessario indicare:

  • il beneficiario: la persona fisica o giuridica cui è intestata la somma. In pratica riceverà un ‘pagherò’ che ovviamente contiene la promessa da parte dell’emittente che i soldi avanzati verranno dati ad una scadenza prestabilita;
  • il debitore: i dati di chi paga ovvero colui che deve pagare la somma scrive sopra la promessa di saldo del debito entro i termini stabiliti;
  • l’importo: la somma in cifre nello spazio situato in alto a destra e bisogna scrivere il totale da pagare esprimendolo in numeri e riportando anche i numeri decimali (per esempio è necessario scrivere 1400,00€);
  • L’importo in lettere: scritta dunque la cifra a numeri è obbligatorio scriverla anche a lettere che in caso di dubbio sulla prima assume maggiore valore nonché valore primario. Anche in questo caso, così come quello precedente, al termine della cifra va riportato la barra con i numeri decimali (per esempio millequattrocento/00);

uomo che compila una cambiale

  • La scadenza: che può essere espressa in svariati modi. Può essere infatti inserito un giorno preciso (come ad esempio 2 maggio 2019) oppure una data ‘approssimativa’ entro la quale la cambiale verrà scambiata (per esempio a trenta giorni). Altra scadenza, che poi scadenza non ha, è quella che prevede il pagamento a vista purché sia passato il periodo di tempo minimo prestabilito tra emittente e beneficiario;
  • La promessa: nella cambiale di tipo pagherò va proprio riportato per iscritto ‘PAGHERO’’ ovvero come forma di promessa incondizionata che il debito verrà risarcito senza alcuna proroga o problematica;
  • Estremi del debitore: nel caso in cui compiliamo una cambiale in qualità di persona fisica dobbiamo compilare tutti i dati come nome e cognome, indirizzo di residenza e codice fiscale. Nel caso in cui a compilare la cambiale sia una persona giuridica va specificata la ragione sociale, il codice fiscale e l’indirizzo della sede legale;
  • il contesto: data e luogo del pagamento, nell’area dedicata posta in alto al centro;
  • il luogo del pagamento: ovvero bisogna specificare il luogo stesso dove la cambiale verrà scambiata. Nel campo può esser inserito sia il domicilio del beneficiario ma sicuramente la dicitura più comune invita i soggetti a scambiare la cambiale stesso preso la banca dove il debitore intende pagare;
  • l’autenticazione attraverso la firmadi chi la redige: quest' ultimo si impegna legalmente a pagare la cifra ma nel caso in cui a compilare la cambiale sia una persona giuridica va apposto il timbro di riconoscimento e la firma del legale che ovviamente ne è rappresentante;
  • Imposta di bollo: tassa statale corrispondente all' 11 o 12 per mille dell'importo totale della cambiale. Il bollo va posizionato in alto a sinistra del modulo.
  • luogo di emissione
  • codice fiscale

Nella compilazione di una cambiale sono previste inoltre delle aree da compilare facoltativamente:

  • lo spazio per avalli: area riservata ad eventuali garanzie (avallo) che il creditore richiede al debitore, posta nella parte inferiore del documento;
  • la “girata”: in quanto titolo trasferibile, il documento può essere “girato” a terzi, compilando la cambiale nello spazio dedicato sul retro del foglio.

La marca da bollo per la corretta compilazione di una cambiale

immagine relativa alla compilazione della cambiale

La marca da bollo è un elemento imprescindibile nella compilazione di una cambiale per renderla esecutiva. Si tratta di un'imposta il cui importo è calcolato in maniera proporzionale rispetto all’ammontare della somma (11 per mille del totale per i pagherò e 12 per mille per le cambiali tratte). Ricordiamo che la cambiale vale come titolo esecutivo, dunque il mancato pagamento può comportare gravi ed immediate conseguenze per il debitore insolvente.

Le scadenze da rispettare nella Compilazione di una cambiale: esempi vari sulle date di scadenza

Menzione a parte è riservata alla data di scadenza nella compilazione di una cambiale, che può essere redatta in 4 modi differenti:

  • a vista”: è valida entro un anno dall’emissione e può essere pagata a discrezione di chi la possiede entro l'anno;

  • a certo tempo vista” il titolo deve essere pagato entro un determinato periodo dall'accettazione da parte del creditore-beneficiario: quest'ultimo indica il termine nel caso di cambiale trattà. Nel caso del vaglia cambiario o pagherò è il debitore che promette il pagamento entro un termine;

  • a certo tempo data”: il debito va saldato entro un termine ultimo indicato;

  • a giorno fisso”: viene indicata sul foglio la data esatta del pagamento.

Quando si sceglie una di queste modalità è necessario scrivere la formula così come è stata scritta in questa guida, aggiungendo la data nel caso delle opzioni con scadenza fissa.

Speriamo che il nostro articolo sulla compilazione di una cambiale vi sia stato utile.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Software di Bilancio per gestire i conti della Società: ecco i migliori

businessincubator

Il Bilancio di esercizio è l’insieme di documenti contabili di un’impresa da compilare annualmente ai sensi della legge vigente il cui obiettivo è l’accertamento della situazione patrimoniale e finanziaria dell’azienda e quindi del suo rendimento economico nell’arco di un anno di esercizio.

Come funzionano le società cooperative per azioni

La normativa sulle cooperative, a oggi, non è esaustiva per cui il riferimento normativo è il Codice Civile nell’articolo 2519 in base al quale si applicano alle cooperative le disposizioni previste per le società per azioni e l’art. 2525 che stabilisce il valore nominale delle quote e delle azioni. Mentre, per quanto riguarda le cooperative con un numero di soci cooperatori inferiore a 20 e con uno stato patrimoniale non superiore a 1 milione di €, trova applicazione la disciplina compatibile con la costituzione delle S.r.l.