I finanziamenti della Regione Sicilia sono un tema molto vasto da affrontare: da una parte ci sono i fondi a fondo perduto stanziati in questi anni dalla Regione mentre dall’altra parte c’è la polemica sull’uso dei contributi europei, polemica che ha scatenato un botta e risposta tra i politici Iacolino e Russo.

Finanziamenti a tasso agevolato in Sicilia per le imprese (non solo per il Turismo)

Da molto tempo la Regione dedica molto spazio al sostegno delle imprese: tramite la società Sviluppo Italia Sicilia, acquisita dalla Regione, sono nate tante imprese e tanti imprenditori. Tra il 2003 e il 2008 sono state create 6783 imprese e i prestiti erogati hanno raggiunto la cifra di 240 milioni di euro volti alla promozione dei migliori progetti. Sul sito ufficiale della Regione Siciliana è possibile avere tutte le ultime informazioni relative ai bandi a beneficio delle imprese operanti sul territorio.

Prestiti europei, la polemica per i contributi a fondo perduto

La polemica sui contributi europei è partita dall’eurodeputato Salvatore Iacolino, che dopo un incontro con il Commissario per gli Affari Regionali, Johannes Hahn, ha sparato a zero sulla gestione dei fondi della Regione Sicilia. Secondo Iacolino, la situazione in Sicilia è allarmante con il 41% di stanziamenti di impegno e soltanto il 12% di pagamenti (a fronte di una media che si aggira intorno all’80% di impegni e al 40% di pagamenti): questo scenario allontana l'isola dall’Europa e porterebbe al serio rischio di veder persi 5.7 miliardi di euro. I progetti a più serio pericolo per i finanziamenti della Regione Sicilia riguarderebbero le infrastrutture (quattro corsie della Caltanissetta-Agrigento, velocizzazione Palermo-Agrigento e  l’anello ferroviario di Palermo).

Secca la replica però dell’assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità, Pier Carmelo Russo, il quale sostiene che dei contributi europei per le infrastrutture, solo l’8,79% è direttamente coordinato direttamente dalla Sicilia, mentre il restante 91,21% è gestito da enti o società. Secondo Russo, la Regione Sicilia ha già completato il suo iter per circa due terzi, impiegando circa il 60% dei fondi mentre gli enti statali sono in grave ritardo, attestandosi a una soglia minima del 22% e proprio gli enti statali sarebbero la causa del rallentamento di alcune opere, come per esempio la Catania-Ragusa, concessa come agevolazione per il finanziamento dopo addirittura un anno dall’approvazione della Giunta siciliana. Discussioni queste che potrebbero aprire scenari non proprio positivi per tutti i cittadini che vorrebbero fatti concreti seguiti a parole.

Assifin Italia

La Assifin Italia è una società di prestiti che opera a Palermo, principalmente nel settore dei finanziamenti alle famiglie. L'esperienza maturata nel settore ha portato ad un solido rapporto coi vari partner finanziari, tale da garantire alla clientela un'offerta sempre migliore di prodotti finanziari presenti sul mercato. Preventivo e consulenza completamente gratuita, per ottenere prestiti attraverso varie modalità: cessione del quinto e delega del doppio quinto, a dipendenti e pensionati anche protestati e in black list e mutui al massimo della convenienza.

Alma

Società che eroga finanziamenti della Regione Sicilia a Palermo, attraverso servizi come cessione del quinto dello stipendio e delega di pagamento a tutti i dipendenti pubblici, statali, privati e pensionati. Grazie ad Alma sarà possibile richiedere prestiti fino a 80.000 Euro.

E per quanto riguarda le Banche di Palermo? Fatti un giro presso i vari sportelli...

Gli istituti di credito presenti sul territorio nazionale sono molti ed alcuni concedono prestiti a tassi particolari e mutui per giovani molto convenienti. Grazie al sempre maggior sviluppo e utilizzo di internet è possibile richiedere prestiti e ricevere diversi tipi di informazioni direttamente online. Di seguito sono elencato solo alcune delle banche a Palermo per richiedere finanziamenti della Regione Sicilia.

Banca Nazionale del Lavoro

La Banca Nazionale del Lavoro si trova in Via Francesco Crispi e tra le varie proposte convenienti che offre ai suoi clienti c'è il prestito Revolution Plus. Con questa tipologia di prestito è possibile richiedere delle somme di denaro che vanno da 5.000 a 100.000 euro, che dovranno essere restituite ad un tasso di interesse molto vantaggioso, il prestito viene concesso in tempi rapidi ed il cliente può decidere la misura della rata per restituire il prestito, in base alle sue esigenze economiche.

Inoltre chi ha richiesto un prestito BNL Revolution Più, può grazie all'opzione Flewi, di posticipare il pagamento di massimo tre rate consecutive in un anno, per massimo tre volte nella durata del finanziamento.

Banca Nuova

La Banca Nuova ha sede a Palermo, in Via Gioacchino Vaglica 22 e al suo interno lavoro del personale molto qualificato e cortese, che cercherà di trovare le soluzioni migliori per i propri clienti. La Banca Nuova ha un programma dedicato ai commercianti speciale, che è composto dalle caratteristiche che sono riportate di seguito.

  • Il servizio POS che avviene tramite carte di credito e di debito.
  • Il servizio di Anticipo Incassi POS, che è un finanziamento che attiva un conto apposito, con zero spese di tenuta conto.
  • La carta Bancomat Aziendale Internazionale.
  • Il conto Sempre Più Famiglia Light.

Egofin per le StartUp

La Egofin è una società di Catania che si occupa di erogare servizi finanziari come ad esempio:

  • Prestiti Personali, Delega, Cessione del quinto
  • Prestiti moto, vacanza, case, sposi, ecc...
  • Rifinanziamento con in aggiunta una riduzione del totale della classica rata mensile
  • Mutui per la casa con tasso fisso e variabile
  • Prestiti per dipendenti pubblici con garanzia Inpdap e statali Erogazione dell'anticipo entro 24 ore dall'approvazione
  • finanziamenti della Regione Sicilia per protestati, pignorati, cattivi pagatori
  • Rata e tasso fisso per tutta la durata
  • Con altri prestiti in corso
  • Possibilità estinzione anticipata con risparmio interessi

Portale103 per i finanziamenti della regione Sicilia

Questo portale dedicato ai servizi finanziari, si occupa anche dei prestiti a Catania. Richiedi preventivi on line e scegli fra le varie offerte. Per poter confrontare facilmente i vari sovvenzionamenti, è sufficiente visitare vari siti ed utilizzare i calcolatori di rata. Una volta fatta la scelta si può fare on line la richiesta di finanziamento.

Altri enti a Catania per i finanziamenti della regione Sicilia

Per poter chiedere prestiti e finanziamenti a Catania, potete consultare questo utile elenco di enti e istituti che si occupano di tutta una serie di servizi, richiedendo preventivi e calcole delle rate e tutto il pacchetto di prodotti finanziari messi a disposizione per i clienti con le più disparate esigenze.

Invitalia per i giovani e le donne

aliquote enasarco 2014

L’Invitalia è l’Agenzia Nazionale per l’Attrazione degli Investimenti e lo Sviluppo d’Impresa, una società per azione di proprietà del Ministero dell’Economia, ideata per dare un impulso in più alla crescita economica italiana, puntando su settori particolarmente strategici sia per lo sviluppo che per l’occupazione, Invitalia opera in particolar modo al centro sud e si impegna per rilanciare le aree di crisi italiane e non solo… scopriamone di più in questa breve guida!

Possiamo dire che Invitalia spa nasce già a partire dal 1999 con il nome si Sviluppo Italia S.p.A. dopo il Decreto Legislativo numero 1 del 9 Gennaio 1999 del Governo D’Alema atto a rilanciare uno sviluppo industriale soprattutto nel centro sud d’Italia. A partire dal 2007, la società viene chiamata per un piano di riordino e di rilancio, così a partire dal 23 Luglio 2008 prende il nome di Invitalia.

Oltre a dare un forte impulso per la crescita economica nazionale, come già accennato, favorisce la nascita di imprese e giovani start up innovative gestendo tutti gli incentivi nazionali, in particolar modo per i giovani e le donne che desiderano diventare imprenditori.

I finanziamenti della Regione Sicilia proposti da Invitalia verso le imprese societarie troviamo:

  • composizione dell'impresa per oltre il 50% dei soci e delle quote da donne o da giovani al di sotto dei 35 anni di età;
  • costituite da un massimo di 12 mesi nel momento in cui viene presentata la domanda;
  • per quelle che hanno presentato un programma di investimento fino a 1,5 milioni di euro;

Tali incentivi devono essere concessi sotto regolamento de minimis e prevedono un agevolazione del mutuo a tasso zero che abbia una durata massima di non oltre gli 8 anni con un importo massimo al 75% delle spese. A questo punto le imprese interessate e beneficiarie devono coprire la restante parte finanziaria così come scritto nel programma di investimento, che deve essere realizzato entro i 24 mesi a partire dal giorno della firma del contratto.

Invitalia e i settori strategici per l’economia nazionale

I progetti imprenditoriali che Invitalia spa sostiene sono quelli che riguardano la produzione di beni che si trovano nei settori sia industriali che artigianali e quelli che riguardano i prodotti agricoli o i servizi inclusi anche il commercio e il turismo. In particolar modo, un occhio di riguardo verso quelle attività chiamate di “innovazione sociale” e quelle a tema “turistico-culturale” e tutte le iniziative che in un modo o nell’altro non fanno che valorizzare il patrimonio culturale, ambientale potenziando allo stesso tempo i servizi di alloggio e di ricettività.

Immagine rappresentativa di un salvadanaio

Inoltre controlla alcune società con scopi diversi ma molto importanti atti, come accennato, a promuovere la crescita settoriale per l’economia italiana, soprattutto riguardo turismo, ingegneria e telecomunicazioni; troviamo società come:

  • Infratel Italia, è una società che si occupa prevalentemente di telecomunicazioni, è abilitata a realizzare piani di banda larga e ultra larga del Governo, ideali per ridurre il famosissimo Digital Divide, ossia il divario digitale che purtroppo ancora oggi divide le regioni italiane. Qui, nelle aree di maggiore interesse, si progettano e si realizzano infrastrutture che hanno il compito di permettere l'accesso ad internet veloce; un punto molto importante per lo sviluppo italiano, ma anche per la competitività del nuovo sistema economico di scambio dati in modo efficiente e soprattutto veloce.
  • Italia Turismo invece si occupa del settore turistico italiano, in particolar modo si occupa di emettere investimenti ritenuti strategici per la riqualifica e del rilancio delle strutture ricettive nel campo dedicato al turismo e alla ricettività. Il gruppo Italia Turismo possiede strutture ricettive nel sud d'Italia ed è proprietaria di alcuni villaggi turistici in aree con delle fantastiche possibilità di sviluppo turistico, sia in Basilicata che in Sicilia e in Calabria;
  • Attività Produttive è praticamente la società di ingegneria di Invitalia che si occupa di progettare e ralizzare programmi mirati nel settore delle infrastrutture, in quello dell'ingegneria ambientale e nella riqualificazione delle aree industriali.
  • Ventures è pensata dal Ministero dell'Economia per cercare di accellerare lo sviluppo delle imprese, soprattutto quelle che si presentano con un contenuto innovativo molto alto, in modo tale da dare slancio alla crescita del paese. Invitalia Ventures dunque è una società pensata per dare la massima velocità ed operatività nello sviluppo delle imprese innovative, Tech Startup.
  • Partecipazioni, è sempre una società che fa parte del gruppo Invitalia, il cui compito è quello della gestione di partecipazioni dell'intero Gruppo Invitalia; il suo obiettivo quindi è quello di dismettere le quote in società non strategiche per poi investire in settori interessanti e quindi trovare risorse finanziarie per investimenti in settori particolarmente importanti.

Novitá 2021 sui finanziamenti della Regione Sicilia

A parte la possibilitá di ottenere prestiti dagli istituti finanziari privati (sia in ambito regionale che nazionale), diversi soggetti possono anche fare richiesta per l'ottenimento di finanziamenti della Regione Sicilia a fondo perduto o a tasso agevolato, presenti e disponibili in varie iniziative portate avanti dallo Stato italiano o da enti statali, come ad esempio la stessa Invitalia. I soggetti che possono farne richiesta, solitamente, sono quelli con difficoltá ad entrare o restare nel mondo del lavoro, come giovani oppure donne. Vediamo alcune iniziative interessanti da questo punto di vista per tali soggetti.

albo

Il bando Smart&Start Italia, ad esempio, ha come scopo principale quello di agevolare la nascita e lo sviluppo delle cosiddette Start Up ad alto contenuto tecnologico, relativamente all'imprenditoria femminile o con presenza di giovani. Le societá in questione devono essere nate da non oltre 60 mesi, essere di piccole dimensioni ed iscritte nella sezione speciale del registro delle imprese o costituite per l'occasione, ma entro 30 giorni dall'accoglimento della domanda di finanziamento. Le risorse ottenibili sono ripartite tra prestiti a fondo perduto e a tassi agevolati.

A farne richiesta devono essere delle imprese, tra le altre, attive nel settore dell'erogazione di servizi o produzione di beni in ambito di economia digitale, intelligenza artificiale e cosiddetto Internet of Things. Molto piú ampi sono i settori coinvolti invece in un'altra interessante iniziativa, denominata "Resto al Sud 2021" e destinata a coinvolgere imprenditori di etá massima di 55 anni di varie aree meridionali. I comparti, come detto, sono diversi e tra gli altri vi troviamo: artigianato, industria, turismo, pesca, fornitura di servizi a imprese e persone, attivitá libero professionali.

I finanziamenti della Regione Sicilia si dividono anche in questo caso tra prestiti a fondo perduto e quelli a tasso agevolato, con interessi pagati da Invitalia, e possono coprire anche il 100% delle spese sostenute ed arrivare fino a 200.000 Euro in casi particolari. Come abbiamo potuto notare, sono diverse le iniziative attive per ottenere dei finanziamenti della Regione Sicilia o dello Stato destinati ad una pluralitá di soggetti (in particolare, giovani fino a 35 anni e donne) nei piú svariati settori economici. Basta soltanto individuare quello adatto alla propria situazione o esigenza.  

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Come si compone il codice fiscale e come ottenerlo: scopriamolo insieme

Come si compone il codice fiscale

Il codice fiscale – in Italia associato anche alla tessera sanitaria – è un codice alfanumerico univoco per identificare a fini fiscali e amministrativi i cittadini italiani. La combinazione di lettere e numeri si compone di 16 caratteri che viene generata da un algoritmo e identifica in modo univoco ogni singolo cittadino.

Investire in Romania: ecco una guida specifica

Molte sono le aziende italiane che hanno cominciato ad investire in Romania e già condividono rapporti di lavoro e commerciali. Fanno affari con attrezzature e macchinari e nel settore delle apparecchiature elettroniche. I prodotti italiani si sa, sono molto richiesti in tutto il mondo, per la loro eccellenza e qualità.