Nel bimestre febbraio marzo 2020, si è registrato un incremento del valore dell’argento del 120%. È dunque questo il momento di investire in argento? È davvero conveniente? Secondo l’analisi di investimentifinanziari.net, vi sono tutte le premesse migliori per approfittare di un trend in salita, sapendo che sia l’oro che l’argento sono – in linea di massima – sempre sufficientemente performanti. L’argento, spesso, offre rendimenti migliori dell’oro. Ecco perché!

Analisi dell’andamento dell’argento

Dal 2017 al primo trimestre 2021, il valore dell’argento è passato da 106 € a 2013 € (la stima in dollari è maggiore, considerato il cambio favorevole all’euro). L’andamento dell’argento nel solo 2020 è stato piuttosto altalenante: dopo una “fiammata” a febbraio, come reazione al periodo di post crisi, l’argento si è poi attestato su quota 176,60 € - un prezzo comunque che non era mai stato superato dal 2013. L’aver sfondato la soglia di prezzo – dopo tanti anni – è comunque sinonimo di forza dell’asset sui mercati e un dato da non sottovalutare.

Questi forti sbalzi – chiamati in gergo “storni” o pullback – non sono da intendere in senso negativo, ma confermano la solidità del trend di crescita. Anche se l’incognita è relativa alla possibilità di configurazione di uno schema di inversione del trend: infatti, dopo l’effetto molla, le quotazioni dell’argento non si sono portate al di sopra del livello massimo ottenuto precedentemente, realizzando “solo” un doppio massimo nel breve periodo. Tecnicamente è un indizio che l’argento può aver esaurito la propria carica per ridiscendere costantemente a livelli più bassi.

Cosa spettarsi dunque? Gli scenari possibili che si aprono sono due:

  1. Superato il doppio massimo, si possono innescare una serie di ulteriori rialzi; oppure al contrario
  2. Se cade anche il valore di 176,60 €, il prezzo dell’argento potrebbe crollare.

Ad amplificare l’andamento dell’argento è la sua forte correlazione con l’oro e una debole correlazione con il restante mercato azionario. L’argento – come l’oro – è comunemente un bene rifugio che protegge dai bassi tassi di interesse e dall’inflazione alta, con la differenza che l’argento circola maggiormente rispetto all’oro che i risparmiatori tendono a conservare nelle cassette di sicurezza e non far circolare. L’acquisto di argento fisico ha un ruolo nel settore industriale in quanto è un elemento fondamentale per la realizzazione dei pannelli solari o nelle batterie dei veicoli elettrici e dei dispositivi mobili. In realtà, quindi, l’argento potrebbe comporsi all’interno di un portafoglio di asset variegato.

Perché investire in argento

Investire in argento è un ottimo modo di diversificazione degli asset. L’argento è sempre più utilizzato come materia prima nell’industria e quindi, indipendentemente dagli effetti speculativi dell’andamento del prezzo, con la ripresa delle attività economiche, il consumo di argento e le sue quotazioni rimarranno quanto meno stabili. Gli investimenti in argento comportano comunque l’esposizione al rischio di cambio €/$.

Investire in argento conviene, in sintesi, per i seguenti motivi:

  • È un metallo prezioso e un bene rifugio più affidabile dell’oro. È disponibile in una quantità pari a 17 volte l’oro ed è molto usato nell’industria;
  • Il consumo di argento è la sua disponibilità è paragonabile a quella di altre materie prime come il petrolio, la soia, il caffè:
  • Il rapporto oro/argento è stimato a un valore si 16:1, vale a dire che il prezzo dell’argento è destinato a quadruplicare e rimanere stabile;
  • Il suo crescente impiego nell’industria (nel 2020 il consumo di argento industriale è salito di 350 milioni di once) favorisce l’aumento dei prezzi sul mercato con l’aumento della domanda dal comparto medico-chirurgico, alle industrie di macchinari, alle energie rinnovabili;
  • L’argento – come qualsiasi asset quotato – è soggetto alla volatilità dei mercati, ma leggendo i dati degli ultimi 42 anni, è verificabile come – in virtù del legame con l’andamento dell’oro – a ogni rialzo dell’oro dell’1%, ne corrisponde uno dell’argento del +1,75%. Ciò significa che con l’aumento dei prezzi dell’oro, ci si può aspettare anche un aumento maggiore dei prezzi dell’argento.

Piattaforme online consigliate per investire in argento: la guida

Se quanto detto fino ad ora vi ha permesso di comprendere quanto possa risultare conveniente investire in argento e quindi come sfruttare questo come bene di investimento in borsa, può essere utile conoscere le piattaforme online adatte ad investire in argento, soprattutto per chi si sta avvicinando adesso al mondo degli investimenti online ma non solo, anche perché la prova, sottoforma di demo, è totalmente gratuita.
La prima cosa da riconoscere è che l’utilizzo dell’argento non è più circoscritto alle monete, ma si tratta di un metallo molto utilizzato per scopi industriali di diversa natura tra cui i beni dell’elettronica di consumo.

Le nuove economie in sviluppo crescono e si espandono in una direzione che richiede una sempre maggiore richiesta di materie prime, soprattutto da parte di paesi asiatici che stanno sgomitando per uniformarsi ai modelli di vita prettamente occidentali.
Il modo veramente efficace e quasi privo di rischi per poter oggi investire in argento è farlo in borsa, ma non nel modo classico che viene subito in mente, ma online.
Ad oggi vi sono infatti due particolari strumenti finanziari che consentono di investire in argento in rete: si tratta dei CFD (contratti per differenza) ed il più famoso social trading.
Per quanto riguarda i contratti per differenza, questi sono particolarmente indicati per fare trading sull’argento per via della sua peculiarità e ovvero quella di salire di prezzo, permettendovi di fare investimenti nel medio-lungo termine.

Non si hanno costi di apertura e chiusura delle operazioni ed è possibile contare su guadagni elevati derivanti soprattutto dalla possibilità di impostare i livelli di stop per uscire in modo automatico dal mercato nel caso in cui la posizione dovesse rivelarsi in perdita.

Per quanto riguarda, invece, il Social Trading sull’argento, questo è un sistema maggiormente innovativo soprattutto perché si basa sulla possibilità di investire copiando i migliori traders presenti sulla piattaforma, permettendo con una maggiore facilità agli inesperti di avvicinarsi in modo dinamico al mondo dell’investimento online.

Per quanto riguarda l’eterno dilemma sull’investire in argento o in oro sappiate che non c’è una risposta univoca e che, come per ogni investimento, è importante effettuare le giuste valutazioni, qualunque sia la vostra scelta non dimenticate in alcun modo di essere costantemente prudenti, anche il mercato dell’argento, visto il successo crescente di questi ultimi anni, può riservare delle spiacevoli sorprese, soprattutto a coloro in quali sono poco attenti.

 

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Aprire una Partita IVA: ecco quali sono i documenti necessari

L’imposta sul valore aggiunto è una tassa richiesta su ogni transazione commerciale per cui avvengano cessioni di beni, o fruizioni di servizi e prestazioni. È un’imposta indiretta, cioè riguarda i consumi e non il reddito. Ogni contribuente è identificato da un codice numerico individuale che associa a ogni soggetto fiscale, il tipo di attività svolta (per lavorare da casa come freelance o per aprire un'attività vera e propria) e l’appartenenza territoriale.

Come leggere un bilancio? Ecco una guida imperdibile

Come leggere un bilancio

Il bilancio aziendale è un documento fondamentale e obbligatorio istituito dall’art. 2423 del Codice Civile composto da uno schema obbligatorio da seguire e che racchiude le informazioni chiave di un’azienda, ma soprattutto il suo stato di salute e l’andamento degli affari.