Molte sono le aziende italiane che hanno cominciato ad investire in Romania e già condividono rapporti di lavoro e commerciali. Fanno affari con attrezzature e macchinari e nel settore delle apparecchiature elettroniche. I prodotti italiani si sa, sono molto richiesti in tutto il mondo, per la loro eccellenza e qualità.

Romania: capitale Bucarest, moneta locale Leu romeno, superfice 238.390 Km quadrati, abitanti 20.121.641, fa parte dell’Unione Europea e dell'ONU, situata in una posizione strategica dell’Europa centro-orientale.

Negli ultimi anni, grazie al rientro di capitali dovuti al rientro in patria dei tantissimi romeni, uomini e donne espatriati in tutto il mondo, specialmente in Europa, in cerca di lavoro, ha favorito la crescita del reddito medio pro capite con la conseguente crescita della classe benestante. Grazie a ciò, per il futuro le previsioni degli analisti parlano di un rialzo del settore industriale, commerciale e turistico.

Conviene investire in questa zona? Tieni d'occhio i fondi europei

I segnali di ripresa più importanti per l’economia in Romania sono dati dalla crescita del Pil, dall’aumento delle esportazioni, una significativa crescita dell’occupazione. Più soldi nel portafoglio equivale a consumi più alti, e quindi a sviluppo e crescita economica. La domanda che ci poniamo è: conviene investire in questo paese? La risposta è sicuramente si e i motivi sono molteplici, e per gli italiani lo sono anche in modo particolare, dato il buon rapporto che c’è tra i due popoli.

Agricoltura e industria

Oltre all’agricoltura e all’industria è molto sviluppata nel settore meccanico e nella lavorazione dei metalli. Questi settori sono però, si sviluppati, ma bisognosi di investimenti in quanto necessitano di ristrutturazioni e ammodernamenti.

Commercio: opportunità reali

Anche il commercio è un buon settore dove si può investire, negozi, centri commerciali, sono ottime fonti di guadagno. Quasi tutte le più grandi città della Romania compresa Bucarest hanno una carenza di esercizi commerciali, dai beni di lusso a quelli più comuni. Anche in questo settore le previsioni sono di forte crescita.

Edilizia (fotovoltaico) e mercato immobiliare

Forte crescita si riscontra anche nell’edilizia e nel mercato immobiliare, grazie anche ai finanziamenti dell’Unione Europea, che hanno permesso ai cittadini romeni di avere accesso più facile ai crediti bancari per l’acquisto della casa. Il settore è molto vivace e risulta essere di buone prospettive per chi vuole investire.

Trasporti e infrastrutture

Il settore dei trasporti, forse è quello più interessante, in quanto sia la rete viaria, strade, autostrade, infrastrutture e linee per l’alta velocità su rotaie sono settori che richiedono grandi capitali di investimento.

Energia e fonti rinnovabili (eolico)

Interessante lo è anche il settore energetico per gli investimenti in Romania, dove lo sviluppo del mercato dell’energia è in forte crescita e dove il governo ha investito grandi cifre e ha intenzione di dare benefici a coloro che intendono investire in Romania, sia per la produzione di energia classica che per quella da fonti rinnovabili.

Investire nel turismo: quanto costa?

Questo paese, geograficamente si trova in una posizione invidiabile. Il Mar Nero e il Danubio con i suoi attrezzati porti sono diventati, anche per merito di investimenti di privati oltre che governativi, bellissimi e incantevoli luoghi turistici dove, con la compra/vendita di terreni o di case, o con strutture alberghiere e ristorative si può fare un consistente business.

IL Leu romeno, la moneta locale, è molto più debole dell’Euro, questa è una ragione per la quale, acquistare immobili, terreni e case per le vacanze, in Romania è molto conveniente. Già sono molti gli investitori che hanno fiutato l’affare e hanno capito che investire in questa zona è veramente vantaggioso. 

Incentivi e vantaggi per chi intende investire in Romania: cerca di trovare il socio giusto

Il Governo Romeno, negli ultimi tempi ha capito che per fare in modo che l’economia locale abbia forti segnali di ripresa in tutti i settori economici, c’è bisogno di incentivare gli investitori stranieri ad investire in Romania proponendogli una serie di vantaggi e agevolazioni fiscali.

Per questo motivo, molte aziende italiane e non solo, per far quadrare il loro conti e con propostiti speculativi hanno trasferito in Romania le loro aziende, dove trovano vantaggi, ridurre i costi di gestione e di manodopera, principalmente è il loro scopo principale.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Obbligazioni subordinate: cosa sono e perché sono rischiose

I bond subordinati sono sotto i riflettori, ultimamente. La vicenda di Banca Marche, Banca Etruria, CariChieti e Cassa Ferrara, per cui Banca d’Italia ha iniziato un progetto di risoluzione per conservarne la continuità dei servizi creditizi e finanziari offerti, ha fatto sapere all’opinione pubblica le obbligazioni subordinate e le loro caratteristiche. Sfortunatamente motivo – nelle ultime vicende - di grosse perdite per i loro possessori.

Software di Bilancio per gestire i conti della Società: ecco i migliori

businessincubator

Il Bilancio di esercizio è l’insieme di documenti contabili di un’impresa da compilare annualmente ai sensi della legge vigente il cui obiettivo è l’accertamento della situazione patrimoniale e finanziaria dell’azienda e quindi del suo rendimento economico nell’arco di un anno di esercizio.