Una delle attivitá che si sono diffuse in questi anni, parallelamente all'incremento dell'uso di computer e dispositivi elettronici, è il cosiddetto trading online. Questo rappresenta in pratica un'attivitá di compravendita di differenti prodotti finanziari, tra i quali vi sono anche azioni, valute, Titoli di Stato e materie prime, e che tende a svolgersi su mercati specifici. Tale compravendita di prodotti si pratica con l'uso di piattaforme particolari disponibili sul web (definite anche Broker), che sono accessibili appunto tramite computer o smartphone connessi ad una rete.

Il trading online quindi si basa su un'attivitá di compravendita di differenti prodotti e su svariati mercati. La tempistica con cui si svolgono queste operazioni di acquisto e vendita dei prodotti puó essere anch'essa molto diversa ed andare dai pochi minuti alle molte ore, durante la giornata. Di conseguenza, il trading si puó definire come una vera e propria attivitá d'investimento e speculativa, con cui gli utenti (definiti Trader) possono beneficiare di considerevoli profitti, ma anche andare incontro a consistenti perdite di denaro.

Pertanto, considerato tutto questo, prima di iniziare a svolgere questo genere di operazioni, utilizzando le piattaforme di trading a disposizione sul web, è sempre consigliabile conoscere bene questo settore, informarsi sulle conseguenze (positive o negative) di talune operazioni, fare esperienza pratica utilizzando i cosiddetti demo presenti sulle piattaforme stesse e che fanno uso di denaro immaginario. Infine, come vedremo, è importante, sia pur con qualche accortezza, anche dare uno sguardo alle recensioni presenti su internet e relative alle varie piattaforme di trading.

Quando si comincia la propria attività di trading il primo consiglio che si riceve è quello di scegliere accuratamente la piattaforma di trading da utilizzare. Per farlo, spesso, si sfruttano le opinioni degli altri utenti, o anche le recensioni disponibili in rete. Non sempre questa è la strada giusta, visto che molte recensioni sono abbastanza “di parte”. Nel senso che a volte proprio nelle recensioni si tende a enfatizzare i punti deboli del trading online, evitando di mostrarne anche i punti di forza.

Dove trovare le recensioni

Sono numerosi i siti internet che parlano quasi esclusivamente di trading online. Spesso sono proprio questi che riportano recensioni dei vari strumenti per il trading presenti in rete. Se si è però alla ricerca delle recensioni di una specifica piattaforma, appena nata o poco nota, allora le cose si complicano leggermente. Nel senso che le recensioni eToro, una delle piattaforme di trading più note e utilizzate, sono facili da trovare e quasi tutti i siti dedicati al trading parlano di questa piattaforma; mentre invece per la piattaforma sconosciuta si dovrà fare qualche ricerca in più, a volte reperendo solo una singola recensione. Cercare di conoscere le caratteristiche di uno strumento di questo genere è quindi più difficile se lo si vuole fare esclusivamente attraverso la lettura delle recensioni. In alcuni casi si dovrà proprio attivare un account per comprendere come funziona la piattaforma e quali sono i suoi punti di forza.

Recensioni negative

Capita anche di trovare in rete recensioni negative; questo è vero un po’ per tutte le piattaforme di trading e spesso anche per gli articoli che riportano le opinioni degli utilizzatori. Effettivamente ci sono delle piattaforme che possono non offrire tutti gli strumenti più utili a fare trading online in modo veloce e semplice; oltre a questo ci sono piattaforme non autorizzate dalla Consob, che cercano di aggirare le leggi a livello europeo o che effettivamente sono delle truffe.

Per quanto riguarda però le piattaforme più diffuse ed utilizzate, le recensioni negative spesso puntano il dito su questioni che non riguardano effettivamente la singola piattaforma. Partendo dal fatto che il trading online è un tipo di investimento ad alto rischio, soprattutto laddove sia possibile sfruttare la leva finanziaria, il trader che ha perso parte del proprio capitale durante la propria attività non dovrebbe puntare il dito esclusivamente sulla singola piattaforma. Sono diversi i fattori che possono capitare mentre si fa trading, che non si possono però imputare alla singola piattaforma.

Scegliere la piattaforma giusta

carriere online lavoro in remoto

Per scegliere la piattaforma di trading da utilizzare quotidianamente è importante leggere recensioni e opinioni degli altri utenti, cercando però di sentire più voci. Solo così si riesce a togliere di mezzo qualsiasi insinuazione non correlata all’effettiva validità della singola piattaforma. È vero comunque che leggendo tra le righe si riesce sempre a comprendere quale sia l’effettivo elemento che chi scrive una recensione vuole far risaltare su tutti gli altri. Se tale elemento è la rischiosità del trading online come investimento, questo non conta nulla per quanto riguarda la qualità della piattaforma utilizzata.

Comunque sia, per poter scegliere, tra le varie piattaforme di trading, quella adatta alle nostre esigenze o quella che si ritiene la migliore, si devono fare una serie di considerazioni e valutare molteplici fattori. Tra questi ultimi vi sono, ad esempio, la notorietá della piattaforma, la sua affidabilitá, la sicurezza, il supporto offerto ai propri utenti in qualsiasi situazione, la chiarezza delle informazioni fornite e delle operazioni che si possono effettuare. Insomma, una vasta gamma di elementi che rendono il trader consapevole delle proprie azioni e delle loro conseguenze.

 

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

A cosa serve il codice SAE

Il sistema bancario ha da sempre la necessità di classificare le attività delle imprese soprattutto nell’ottica di una valutazione sul merito creditizio e il fido; la classificazione bancaria delle imprese avviene tramite i codici RAE e SAE, sostituiti dal codice unico ATECO. I codici SAE sono basati su parametri oggettivi che identificano il livello di rischio e il credit score di un’impresa; poiché i codici RAE e SAE sono stati sostituiti dal codice ATECO, non è facile reperire o conoscere i codici SAE. 

Software di Bilancio per gestire i conti della Società: ecco i migliori

businessincubator

Il Bilancio di esercizio è l’insieme di documenti contabili di un’impresa da compilare annualmente ai sensi della legge vigente il cui obiettivo è l’accertamento della situazione patrimoniale e finanziaria dell’azienda e quindi del suo rendimento economico nell’arco di un anno di esercizio.