Idee di franchising 2022 per aprire attività o negozi in franchising di successo: ecco una breve guida sul franchising e l’elenco dei settori più in voga.

Chi desidera aprire un’attività in franchising si pone come obiettivo primario quello di produrre reddito, tuttavia, molto spesso i neo imprenditori tendono a sottovalutare le tendenze e i settori più redditizi degli ultimi anni.

L’apertura di un franchising è molto conveniente sia dal punto di vista economico, sia in termini di esperienza. Grazie ai consulenti offerti dai franchisor, infatti, è possibile essere seguiti in tutte le fasi imprenditoriali e questo permette di svolgere tutti gli adempimenti burocratici e legali correttamente.

In questo articolo realizzeremo una breve guida introduttiva su come aprire un’attività in franchising, dagli adempimenti alle tipologie di contratti. Infine, elencheremo una lista di negozi in franchising di successo nel 2022.

Aprire un’attività in franchising: tutto quello che c’è da sapere

Tra gli adempimenti obbligatori da svolgere per aprire un’attività in franchising troviamo una serie di passaggi fiscali necessari per regolamentare la propria attività sin dal principio:

  • Apertura della Partita IVA: è possibile aprirla come ditta individuale o in forma societaria;
  • Apertura posizioni previdenziali per tutti i componenti dell’attività: titolare, soci e dipendenti;
  • Iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio locale;
  • Apertura posizioni assicurative INAIL;

Il percorso burocratico necessario per avviare un’attività in franchising è seguito dai consulenti offerti dalla casa madre. Tuttavia, è importante far seguire l’iter burocratico da un professionista abilitato (commercialista di riferimento).

Il contratto di franchising e i vari format

Il contratto di franchising è detto contratto di affiliazione commerciale, rappresenta un contratto non disciplinato dal Codice Civile (contratto atipico) e rientra nella categoria dei contratti di distribuzione.

Il contratto di franchising è disciplinato dalla Legge 129/2004, che ha sostituito il termine franchising con la dicitura di “affiliazione commerciale”.

Questa tipologia di rapporto commerciale consiste in un contratto attraverso il quale il franchisor concede al franchisee il diritto di poter commercializzare i propri beni e/o servizi, oltre a utilizzare anche la stessa formula organizzativa e commerciale (medesimi elementi distintivi e stesse procedure di gestione, organizzazione, marketing e vendita).

Il tutto attraverso un corrispettivo economico e un accordo che vincola il franchisee ad attenersi a determinati standard, in modo da tutelare l’immagine del franchisor.

Tipologie di franchising

  • Franchising industriale: utilizzato comunemente nel settore della ristorazione. La casa madre può concedere la licenza dei brevetti di fabbricazione, i marchi, le tecniche e le procedure di produzione.
  • Franchising di distribuzione: quello più comune, dove la casa madre offre i suoi prodotti e le tecniche commerciali, il marchio e l'insegna, l’esperienza e così via.
  • Franchising di servizi: l'affiliante offre servizi e tecniche di fornitura, il know-how e l'assistenza.

8 negozi di franchising di successo nel 2022

Il negozio perfetto non esiste, neanche se avviato mediante il franchising. Esistono delle idee e delle opportunità che possono trasformare un’attività in startup in un successo assicurato. Tra le attività e i negozi di franchising di successo, che secondo gli esperti saranno in grado di offrire un reddito molto alto anche nel prossimo anno, troviamo:

  1. Dropshipping

Una tendenza in continua evoluzione, un sistema di vendita online che permette all’affiliato di esporre i prodotti della casa madre senza possederli. Una volta venduti e ricevuto il pagamento dall'acquirente, l’affiliato inoltra l’ordine alla casa madre che si occuperà di spedire il prodotto direttamente al consumatore. Cosa fa l’affiliato? Si occupa di pubblicizzare e gestire la vendita dei prodotti online.

  1. Negozi di candele e profumatori d’ambienti

La profumazione di ambienti è un settore in forte crescita e i consumi di questi prodotti hanno assistito ad un incremento del 15% negli ultimi anni. I negozi in franchising possono essere fisici o online.

  1. Agenzie intermediazione auto

Le agenzie che dispongono di un autosalone virtuale rappresentano una tendenza di successo, totalmente nuova, che permette di lavorare da un pc e offrire un servizio completo di vendita auto ad un pubblico molto ampio.

  1. Home delivery

Un settore che continua a crescere, un’attività sempre più amata dai consumatori che permette di riscuotere sin da subito un enorme successo. La casa madre offre l’app e il sistema gestionale, oltre che gli elementi di base per poter aprire l’attività di consegna a domicilio.

  1. Assistenza alle persone

Si tratta di un settore evergreen, che permette di ottenere ottimi fatturati grazie all’associazione di un marchio già conosciuto dalle persone e con ottimi feedback. I franchising di assistenza alle persone possono riguardare gli anziani, con assistenza a domicilio, o il trasporto delle persone.

  1. Fitness - Home fitness

Un’altra categoria di attività di tendenza e con un fatturato sempre in crescita. La casa madre offre tutti i servizi digitali e i prodotti per una sede fisica, le attrezzature e gli accessori sportivi, le attività di personal training e così via.

  1. Pizzerie

Il franchising delle pizzerie si rivoluziona con servizi pensati per tutti i clienti, come il gluten free, il vegan e con l’utilizzo di formati dinamici e attrattivi.

  1. Franchising abbigliamento e accessori

Il negozio di abbigliamento e accessori in franchising riscuote sempre un grande successo e la rete a cui è possibile accedere è molto vasta. Ci sono tanti format dinamici e originali, che permettono di avviare un’attività senza fee e royalty.

Quanto costa aprire un negozio in franchising

Aprire un’attività in franchising comporta dei costi molto più bassi rispetto all’apertura di un negozio da zero. In alcuni casi, come il franchising a costo zero, è possibile avviare un’attività pagando esclusivamente i costi legati alla burocrazia (apertura P.IVA, bolli, onorario) e il servizio offerto dal commercialista.

I franchising che offrono un investimento iniziale richiedono un costo in base al settore di riferimento e alla tipologia di prodotti o servizi venduti. A seconda del settore e della notorietà del marchio, i costi possono lievitare anche a 40.000 euro, ma in generale l’apertura di un’attività in franchising può essere svolta anche con una somma tra i 5.000 / 10.000 euro complessivi.

Estremamente importante, è effettuare un’analisi preventiva dei costi e della potenziale redditività durante la realizzazione del business plan e scegliere l’offerta di affiliazione migliore, prestando molta attenzione alla zona di riferimento e alla concorrenza.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Idee per guadagnare online: scommettiamo che queste non le conosci?

banchiere europeo sta cercando dopo il suo investimento 73246

È davvero possibile fare soldi online? Le possibilità esistono, basta saperle sfruttare. 

Evasione fiscale e sanzioni: ecco i pericoli che incorrono gli evasori

Uno dei temi più in voga degli ultimi tempi è senza dubbio quello della famosa lotta contro l’evasione che, arrivata ormai a proporzioni davvero gigantesche, ha dovuto obbligatoriamente destare l’attenzione di tutti i governi, a partire proprio dal nostro neo governo tecnico. È opportuno ricordare che con la formula di “frode fiscale” si intende tutto ciò che concorre a ridurre, o addirittura eliminare, il prelievo fiscale dello Stato sul cittadino.