Sempre più spesso, sia per ragazzi in difficoltà che per quelli che hanno desiderio semplicemente di avere un po' di denaro in più nelle proprie tasche, si offre l’opportunità (considerando il livello raggiunto dalla quotazione di questo metallo) di effettuare la valutazione dell’oro usato in diversi negozi specializzati o locali di compro oro

In molti casi, diverse tipologie di persone, tra cui anche alcuni giovani, possono ritrovarsi ad essere in possesso di gioielli in oro, magari ottenuti come regali per il proprio compleanno oppure in occasione di eventi come la cresima o la comunione, ma che tuttavia non amano indossare oppure non sanno cosa farsene. Ecco allora che ci si può rivolgere ad un negozio di compro oro ad esempio, in modo che possa effettuare una valutazione dell’oro posseduto sotto forma di gioielli, per ottenere un po' di denaro dalla loro eventuale vendita.

Così facendo, tali persone potrebbero sfruttare al meglio qualcosa che non amano o indossano per ottenerne denaro (considerando, come detto, anche l’attuale notevole valutazione di questo metallo), da utilizzare poi per altre finalità più interessanti per loro: per un giovane, ad esempio fare un viaggio oppure avviare un’attività imprenditoriale o pagarsi un master che potrebbe dare una svolta alla propria vita professionale. Insomma, diversi scopi che possono essere ottenuti avendo a disposizione una certa quantità di denaro.

Come si effettua la valutazione di questo metallo prezioso

In questi casi, ci si può rivolgere, come accennato, a negozi specializzati o compro oro, dove portare i propri preziosi per farli valutare. Tuttavia, prima di recarvisi, è importante effettuare una prima pesatura a casa, per avere un’indicazione precisa del peso del materiale in proprio possesso. Naturalmente, è consigliabile effettuare tale operazione con una bilancia di precisione, di quelle utilizzate in cucina per intenderci.

Svolta la pesatura, ci si può recare al negozio specializzato, magari dopo aver effettuato una ricerca e verifica di quelli maggiormente affidabili e noti. Una volta all’interno del locale, si procede ad una pesatura da parte stavolta del titolare di questi. Si ricordi che la bilancia ed il suo display devono essere ben visibili, in modo da permettere al giovane, o in generale al cliente, di poter verificare anch’egli il peso dei gioielli e poter effettuare un confronto con lo stesso dato ottenuto a casa.

La fase successiva è quella appunto della valutazione economica di quanto presentato. In genere, i negozi più seri evidenziano la quotazione in tempo reale dell’oro o dell’argento, anche attraverso collegamenti diretti con la borsa di Londra. Importante è sapere che la quotazione osservata è riferita all’oro 24 carati, cioè quello puro, mentre generalmente per i gioielli si arriva al massimo a 18 carati. Ciò è dovuto alla normale presenza di piccole percentuali di altri metalli all’interno del prodotto.

Eseguita una prima valutazione indicativa dell’oro usato, si passa poi ad una verifica maggiormente approfondita della tipologia e della caratura esatta del metallo prezioso, attraverso macchinari sofisticati. Una volta appurate queste ultime cose e confermata la volontà di effettuare la compravendita da parte del cliente, si esegue la transazione e quest’ultimo ottiene la ricevuta attestante l’operazione svolta.

La fattura deve contenere una serie di dati attestanti la tipologia ed il peso della merce, il prezzo ottenuto dall’acquirente ed altre informazioni a norma di legge. Come abbiamo visto, in questo modo, qualsiasi persona, giovane o adulta, può farsi valutare gioielli o oggetti preziosi in proprio possesso e, nel caso, venderli, così da ottenere del denaro da utilizzare per altre finalità, anche importanti, per sé o la propria famiglia.

Come funzionano i compro oro: tutto quello che c’è da sapere

Il compro oro altro non è che un’attività estremamente diffusa in tutta Italia, pensata per guadagnare una bastevole somma di denaro attraverso la vendita di oggetti in oro che non vengono utilizzati. Questa tipologia di negozio ha un funzionamento diverso rispetto a molti negozi, motivo per cui prima di entrare in un compro oro è bene appurare delle accortezze, per poter vendere il proprio oro in completa sicurezza. All’interno dei negozi di Compro Oro, si attiva il meccanismo della compravendita di gioielli e di diversi oggetti in oro, nonché diversi materiali in argento. Il primo step prevede la valutazione dell’oro pesato dall’acquirente, il quale propone un prezzo sulla misura del valore dell’oro direttamente al venditore. Questo sarà nelle facoltà di decidere se accettare l’offerta o meno. La quotazione dell’oro usato cambia tante volte, al punto da cambiare giorno dopo giorno. A causa di questo motivo, prima di andare all’interno di un punto compro oro, è auspicabile controllare la quotazione del mercato per vedere il possibile costo dei gioielli. A conclusione del momento della vendita, se i beni che si vogliono vendere non dovrebbero risultare nuovamente adatta per il mercato, allora vengono spediti all’interno di apposite ditte specializzare per la lavorazione dell’oro, all’interno delle quali vengono sottoposti ad una procedura di raffinazione e fusione affinché si possano produrre dei lingotti o dei gioielli.

Quando si entra in contatto con un compro oro, è consigliabile, come citato prima, prendere delle accortezze. Come settore, non è escluso da tanti tentativi di truffa a discapito dei clienti, per questo motivo è bene prendere degli accorgimenti, con l’obiettivo di vendere il proprio oro all’interno di negozi certificati in piena sicurezza. L’aspetto più importante è quello relativo all’iscrizione all’Oam, ovvero l’organismo dei mediatori e degli agenti: per essere a norma di legge, il negozio deve essere legalmente registrato per poter esercitare correttamente la professione. Il secondo punto invece è relativo all’antiriciclaggio e, per legge, si stabilisce un tetto massimo di pagamento in contanti. Questo limite è fissato a 499 euro.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Software di Bilancio per gestire i conti della Società: ecco i migliori

businessincubator

Il Bilancio di esercizio è l’insieme di documenti contabili di un’impresa da compilare annualmente ai sensi della legge vigente il cui obiettivo è l’accertamento della situazione patrimoniale e finanziaria dell’azienda e quindi del suo rendimento economico nell’arco di un anno di esercizio.

Confisca per equivalente: di cosa stiamo parlando?

Questo istituto si applica in presenza di reati tributari. Prima di vedere a cosa si riferisce è bene chiarire quali sono questi reati. Nell'ampia fascia che raggruppa i reati tributari rientrano tutti gli illeciti connessi alle dichiarazioni e agli adempimenti contabili.