Quali che siano le ragioni che spingono sempre più italiani a richiedere prestiti online immediati, resta il fatto che tale fenomeno risulta essere in costante ascesa. Qualche tempo fa era impensabile che un normale cittadino potesse capire i meccanismi che regolano la concessione (o il respingimento) di una domanda di prestito, o che un “comune mortale” potesse persino provare a compilare in autonomia la cosiddetta fase di pre-istruttoria.

I prestiti immediati sono il modo più efficace per ottenere somme di denaro di non elevatissima consistenza, consentendo al richiedente di disporre della cifra richiesta nel minor tempo possibile.

I problemi legati a questo finanziamento sono dovuti al fatto che è reso disponibile solo presso alcuni istituti bancari e di credito e che, alle volte, sono richiesti tempi tecnici di due giorni per consentire di appurare che il richiedente sia in grado di onorare il debito. Vediamo qual'è l’iter da compiere e quali sono i documenti da presentare per richiedere dei prestiti online immediati.

Quando ricorrere a tali prestiti personali

I prestiti immediati sono pianificati, per loro natura, per coloro che si trovano improvvisamente nella necessità di affrontare spese non previste (ad esempio l’imprenditore che deve riparare d’urgenza un macchinario per la produzione).

Per spese pianificate rimane sempre conveniente ottenere un prestito per vie tradizionali le quali, a parità di capitale, richiedono interessi minori. Per quanto ogni istituto di credito si gestisca secondo le sue tariffe, generalmente un prestito di questo tipo non supera i 10.000 euro ed è accessibile in media dopo 24 ore.

I documenti da presentare per ottenere tali finanziamenti (non si fa nulla senza busta paga). Differenza tra lavoratori e pensionati

La richiesta di prestiti personali immediati va presentata presso l’istituto prescelto o la banca insieme alla seguente documentazione:

  • l’ultima busta paga (se lavoratori);
  • il cedolino della pensione (se pensionati);
  • la carta di identità;
  • il codice fiscale.

Qualora si abbiano altre forme di finanziamento attive, esse si aggiungono ad essi i certificati che le attestano. Una volta presentata la documentazione richiesta, la banca impiegherà circa una giornata per eseguire le opportune verifiche ed accordare il prestito immediato.

Dove cercare istituti che li forniscano

In una realtà in cui esistono molteplici banche o istituti di credito che offrono gli stessi servizi. Il modo più efficace per trovare la formula più vantaggiosa consiste nella ricerca su internet: comparando le varie tariffe, l’interessato potrà trovare la più adatta (per consistenza, tasso di interesse e velocità di erogazione) e procedere alla richiesta.

E’ proprio la velocità con la quale si ottengono le somme a far sì che tali prestiti si definiscano immediati: tale snellezza nelle procedure è tuttavia condizionata dalla lieve entità della cifra, rendendo pertanto questa forma di credito inadatta a richieste con molti zeri. Consigliamo dunque di richiedere prestiti online immediati su siti come Telemutuo o Mutuionline che potranno suggerire la soluzione ottimale.

Cessione del quinto ai giovani: conviene? Vediamo cosa dicono gli Istituti di credito

fima contratto prestito online immediato

Quando si sente parlare di cessione del quinto dello stipendio si pensa immediatamente a un prestito personale, ma probabilmente non tutti sanno perfettamente in cosa consiste. Proviamo a capire di cosa si tratta e, soprattutto, se la cessione dei quinto dello stipendio convenga o meno ai più giovani.

Quando si parla di cessione del quinto, si fa riferimento al quinto dello stipendio che viene ceduto in modo da rimborsare un prestito ottenuto. In poche parole, si richiede un prestito personale e la somma ottenuta la si rimborsa con una rata che non deve superare il 20% dello stipendio (ossia il quinto dello stesso) e che si detrae proprio dalla busta paga. Ecco perchè senza busta paga è molto complesso ottenere un prestito, essa costituisce la prima garanzia per le banche e gli istituti di credito.

Nonostante ciò, avviene sempre più spesso che qualcuno, giovani in particolare, si trovi a corto di liquidità e necessiti di un prestito per far fronte a delle spese previste ed impreviste. Esempio: Un tale decide di acquistare una nuova automobile o una casa e ha bisogno di liquidità perché non può farlo con le sue sole forze economiche. A questo punto entra in gioco la possibilità di domandare un prestito ed ottenerlo attraverso la cessione del quinto dello stipendio. La tipologia del prestito personale viene richiesta specialmente da 40-50enni, perché le persone che appartengono a questa fascia di età possono dare maggiori garanzie alle banche e agli istituti di credito. Tuttavia, con la crisi economica che non accenna a passare, anche i giovani provano ad ottenere un prestito in tale modalità.

A chi conviene un prestito con cessione del quinto? Cosa ne dicono le finanziarie?

Le cose da tenere presente quando si valuta se chiedere o meno un prestito con cessione del quinto sono la posizione lavorativa e l’età. Per richiedere questo tipo di prestito si deve essere lavoratori dipendenti: che si tratti di dipendenti statali, parastatali o privati poco importa, basta presentare una busta paga che attesti un reddito da dipendente. 

I più giovani optano per tipologie diverse di prestiti personali e non certo la cessione del quinto. Oggigiorno, tra l’altro, diviene difficile anche per i 50enni sostenere questo tipo di prestito che va a incidere in ogni caso sulla situazione familiare, dato che la rata viene direttamente decurtata dallo stipendio. Naturalmente, i giovani che si sentono in grado di richiedere questo tipo di prestito personale e che ritengono opportuno privarsi del quinto dello stipendio possono accedere a questa forma, sempre che dimostrino di poter dare le garanzie necessarie alla banca o all’ente creditizio interessato.

Per capire quale tipologia di prestito personale fa al caso proprio è sempre bene informarsi preventivamente, in modo da raccogliere tutte le informazioni utili. Inoltre, si possono cercare i migliori prestiti online immediati, dopo aver, naturalmente, fatto una adeguata ricerca sull'affidabilità di chi offre la linea di credito. Del resto un prestito con cessione del quinto dello stipendio è una cosa molto importante che di certo non può essere presa alla leggera poiché, poi, le ripercussioni si pagheranno per tanti anni a venire. Proprio per questo motivo si consiglia di leggere in maniera attenta ed approfondita il contratto che viene sottoposto a chi vuole ottenere questo prestito.

Le tipologie di prestiti di Poste Italiane

Poste italiane

Chi ha un conto presso poste Italiane, oppure ha intenzione di aprirne uno, ha l'opportunità di usufruire di particolari forme di finanziamenti e prestiti personali, indispensabili per effettuare acquisti o finanziare l'apertura di attività o dare linfa vitale alla propria impresa commerciale. Passiamo ad analizzare le varie forme di prestito messe in atto da Poste Italiane per venire incontro alle esigenze dei propri correntisti.

Il primo prodotto che Poste Italiane offre a chi ha deve per finanziare importanti progetti, come l'acquisto di una abitazione, è il Mutuo Bancoposta. Grazie a particolari condizioni e agevolazioni, il mutuo Bancoposta risulta abbastanza vantaggioso rispetto a prodotti simili presenti sul mercato. Inoltre, esso permette di effettuare l'acquisto della prima o della seconda casa, oppure il rinnovo della propria abitazione, scegliendo rate della durata dai 10 ai 20 anni.

Servizio BancoPosta

Un altro servizio di Poste Italiane è Prestito BancoPosta: una serie di opportunità di finanziamenti dedicati ad ogni tipo di esigenza: ad esempio, i correntisti possono richiedere fino a 30.000 euro di finanziamenti per realizzare progetti di ogni tipo.

Chi non ha conto corrente BancoPosta, invece, può usufruire di Prontissimo BancoPosta: si può accedere a finanziamenti fino a 10.000 euro, in maniera semplice e rapida. Poste Italiane garantisce questo tipo di prestito anche a chi non ha alcun conto corrente bancario, e mette a disposizione la somma richiesta di finanziamento in breve tempo.

Quinto Pensione BancoPosta

Fra gli altri prodotti di Poste Italiane dedicati ai prestiti personali, va menzionato anche Quinto BancoPosta, dedicato ai pensionati INPS e INPDAP. Grazie a questo tipo di prestito, rivolto a correntisti e non correntisti di Poste Italiane, è possibile accedere a finanziamenti rimborsabili attraverso il prelievo della rata dal quinto Pensione: una maniera tranquilla, serena e poco problematica.

Con Quinto Pensione Banco Posta, la rata da rimborsare viene trattenuta fino ad 1/5 dall'importo della pensione. L'importo finanziabile dipende naturalmente dal tipo di pensione del richiedente, come certificato dall'Ente Previdenziale. La durata del prestito va dai 36 ai 120 mesi, ed è garantita dalla copertura assicurativa a vita del Fondo rischi INPDAP. Non ci sono spese in caso di estinzione anticipata, né altre commissioni accessorie.

Finanziamenti per studenti da alcuni istituti creditizi italiani

I prestiti per studenti sono una forma creditizia molto utile nel caso in cui si abbiano problemi di denaro per pagarsi gli studi o la prima formazione post laurea. Il modello a cui si rifanno molti istituti bancari o creditizi italiani è quello americano. Negli Stati Uniti, infatti, è il privato (istituto bancario) che investe direttamente sullo studente finanziando il suo percorso di studi sino alla laurea o al master di specializzazione.

Il concetto su cui si basa questo genere di finanziamento agli studenti è la meritocrazia: il finanziamento e i suoi tassi d’interesse saranno proporzionali ai risultati ottenuti dagli studenti che ne usufruiranno. Se ci sono problemi di regolarità o scadenze degli esami, alcuni finanziamenti prevedono addirittura la rescissione del contratto con la conseguente sospensione del prestito. Di contro, se i risultati sono al di sopra delle aspettative concordate da contratto, lo studente potrebbe avere anche delle riduzione sui tassi d’interesse applicati e un dilazionamento ulteriore sul piano di rientro.

Il primo prestito per studenti che vi presentiamo è quello di Banca Intesa San Paolo. Il prestito “Bridge” è usato per lo più da chi ha appena terminato gli studi o li sta terminando e necessita di una somma di denaro immediata per iniziare la sua formazione pre lavorativa (stage, master, tirocinio ecc). La particolarità di questo prestito finalizzato agli studi sta nel fatto che il prestito può essere utilizzato sia per il percorso accademico (tasse universitarie, libri, affitto, ecc) sia per finanziarsi il periodo formativo che intercorre tra la laurea e il lavoro vero e proprio.

Il piano di rientro può iniziare subito dopo la laurea o, successivamente, quando lo studente comincia a percepire uno stipendio. Un altro prestito rivolto a chi studia, è quello proposto da Banca Marche. In questo caso, il prestito è funzionale alla frequentazione di università o master di specializzazione. In generale quasi tutti gli istituti creditizi hanno a disposizione questo genere di finanziamenti chiamati anche prestiti d’onore. Il nome deriva dal motivo del finanziamento: si prestano soldi senza garanzie immediate e si investe sul futuro del giovane studente.

Le caratteristiche di accesso a questo tipo di prestito sono però molto precise: limite d’età, voto del diploma, carriera accademica impeccabile con limite minimo di votazione e di tempo impiegato. Nel caso in cui alcuni dei parametri non vengano rispettati, gli istituti di credito si riservano il diritto di recesso o di aumento dei tassi d’interesse: più si studia meno si paga!

Un po’ di storia: il social lending

soldi 2041

Molti italiani, da sempre, cercano il modo di effettuare e ricevere prestiti sempre più vantaggiosi per avere liquidità. Il problema è che di solito le richieste che si fanno alle banche falliscono, spesso perché mancano le garanzie per poter effettuare tali operazioni.

Proprio per questo motivo all’estero, specificamente nel Regno Unito, nasce questa nuova modalità di prestito: il social lending. Lo scopo è molto semplice: trovare e mettere in contatto due soggetti, il richiedente ed il finanziatore, i quali si possono accordare direttamente sugli interessi e sulle rate da pagare, senza dover chiedere l’intervento di una qualsiasi banca.

La crescita della richiesta dei prestiti su internet

Il fenomeno dei prestiti online immediati ha introdotto una piccola grande novità: da un po' di tempo a questa parte gli utenti possono compilare la domanda di finanziamento in totale autonomia, inserendo solo alcune informazioni di base (vale a dire anagrafica e dati riguardanti la situazione lavorativa attuale)In una manciata di secondi il sistema riproduce l'esito preliminare.

Questa risposta non va però confusa con l'esito definitivo: prima di considerare concluso il contratto, ovviamente, la finanziaria che erogherà la somma dovrà prima accertare la veridicità dei dati inseriti ed il grado di solvibilità del suo cliente. Se il sistema fornisce esito positivo circa la fattibilità del finanziamento, la procedura continuerà e si concluderà dunque in agenzia. 

Un sistema per rendere la richiesta facile e veloce

Il meccanismo dei prestiti online immediati agevola il tutto sotto il profilo logistico. Per avanzare una richiesta di questo tipo non occorre più recarsi in un istituto creditizio o una banca, ma basta accendere il proprio computer, collegarsi ad uno dei siti preposti e compilare un semplice modulo con i propri dati. Di conseguenza, se si è consapevoli del fatto che la propria domanda non avrà opportunità di passare agli step successivi, meglio non scomodarsi per recarsi in filiale!

Vantaggi e svantaggi

Stando a quanto vi abbiamo appena scritto, effettuare dei prestiti online,o social lending è un’operazione molto vantaggiosa. Purtroppo, come ogni cosa, ha si dei vantaggi, ma può avere anche degli svantaggi e dei rischi in quanto si tratta di operazioni molto delicate.

Il vantaggio è che, se non si dispone di grosse garanzie, si potrà accedere ugualmente al prestito rinunciando però ad un tasso nettamente inferiore.

Parlando dei rischi, invece, essendo il prestito online gestito da Bankitalia, non può essere paragonato agli stessi prodotti offerti da banche differenti. Questo farà sì che sia il richiedente, sia il finanziatore, siano esposti a maggiori pericoli.

Uno dei pericoli ad esempio, è il non conoscere l’identità di chi presterà il denaro, nè quella di chi lo riceverà. Nel caso in cui le somme che vengono prestate non possano più rientrare per vari motivi, non ci saranno tutele per chi incapperà nell'inadempimento del debitore.

Il valore aggiunto della firma digitale: sicurezza e celerità

La vera rivoluzione del settore dei prestiti online veloci è legata all'introduzione ed all'affermazione della firma digitale, in quanto viene resa molto più semplice la fase di riconoscimento del richiedente, con uno snellimento anche dal punto di vista dell’interrogazione sulla reputazione creditizia del soggetto all’interno dei vari database. La firma digitale sfrutta dei sistemi di protocollo che la rendono sicura al 100% e allo stesso tempo non produce delle complicazioni per coloro che non sono abituati ad usufruire di servizi online in generale.

L'aumento della richiesta

Dati alla mano sono sempre più gli italiani che soffrono a causa della crisi. Si è passati immancabilmente dalla crisi del non arrivare a fine mese a quella attuale di non arrivare neanche a metà mese. In un contesto di questo tipo le persone, consapevoli che la vita va avanti e che i soldi servono, hanno richiesto negli ultimi anni sempre più prestiti.

L’aumento delle bollette, dei costi scuola, delle tasse in generale hanno portato ad uno stress economico come quello che stiamo vivendo. Negli ultimi 5 anni la percentuale di finanziamenti richiesti è in forte aumento soprattutto al sud Italia, dove la crisi è maggiormente avvertita per via di una disoccupazione giovanile a livelli record. Non a caso, i giovani del sud sono costretti ad andare via dalla propria terra per tentare fortuna al nord Italia o all'estero.

Situazione geografica a parte, un fattore che accomuna sia le famiglie del nord che quelle del sud è il fatto di non riuscire a pagare le rate di prestiti richiesti.

Per non trovarsi alle strette e magari essere segnalato nelle black list dei protestati o cattivi pagatori conviene andarci piano nelle richieste di finanziamento, scegliendo un prestito personale che preveda:

  • Il salto della rata gratuitamente
  • La variazione della rata in base alla variazione del reddito

Dunque, quando si chiedono prestiti personali, soprattutto se immediati, è fondamentale informarsi sulle condizioni contrattuali, nonchè riflettere sulle proprie condizioni economiche future. Fare una corretta analisi preliminare prima di firmare il contratto è un qualcosa da tenere assolutamente in considerazione.

Consigliamo di farsi un'idea chiedendo un preventivo di prestiti online immediati, ma allo stesso tempo consigliamo ai meno esperti di affidarsi comunque ad agenti finanziari o a mediatori creditizi. Scegliere l’opzione di un prestito online vi permetterà, tramite dei semplici passi e click, di riuscire a confrontare in poco tempo le diverse offerte di prestiti personali proposte da più broker: indubbiamente per i più esperti è un vantaggio di tempo e fatica!

Cercare la soluzione migliore

Se cerchi un prestito personale e vuoi valutare con attenzione varie offerte e preventivi o semplicemente vuoi fare un calcolo del prestito per capire quale sarà la rata e il tasso TAN e TAEG applicato; se cerchi un prestito rapido con erogazione veloce, conveniente e sicuro, allora la cosa migliore è cercarlo online su internet.

Quando sei alla ricerca di un prestito o finanziamento personale, prima ancora di rivolgerti alla tua banca, o alla Finanziaria sotto casa, cerca di capire quali sono le condizioni migliori di mercato, e se esistono offerte promozionali sul WEB. Molti istituti finanziari infatti, conoscendo le potenzialità di Internet spesso fanno interessanti offerte rivolte esclusivamente a chi fa richiesta di prestiti online immediati.

I vantaggi nello specifico

Qui di seguito proviamo ad elencare i vantaggi e le caratteristiche nel richiedere un prestito online attraverso Internet:

  • I Prestiti Personali fatti online hanno dei costi di intermediazione molto bassi (a volte anche nulli). Per questo motivo, si riescono ad ottenere a delle condizioni molto più convenienti rispetto a quelli tradizionali. Il funzionamento è praticamente uguale a quello delle assicurazioni fatte online che, infatti, applicano dei prezzi molto competitivi rispetto alle assicurazioni tradizionali. Dietro a questo incentivo c’è il fatto che l’azienda erogante prestiti in questo modo ha molti meno costi: non ha grosse spese logistiche, di manutenzione, di manodopera ed organizzative. Per questo motivo, online si riescono a strappare dei tassi di interesse convenienti rispetto alla media di mercato.
  • Sono più comodi: fai tutto comodamente da casa tua Grazie all’utilizzo del canale web i prestiti online immediati sono il modo più comodo per ricevere un finanziamento personale. Ogni pratica viene seguita in maniera telematica o in alternativa via fax o telefono. Ogni scambio di comunicazione avviene utilizzando gli stessi canali. Effettuata la parte burocratica, il contratto cartaceo viene inviato tramite posta raccomandata per passare alla formalizzazione e alle firme. In questo modo, le pratiche vengono velocizzate e l’iter burocratico del finanziamento risulta essere più snello.
  • Sono più veloci e pratici. Alle considerazioni del punto 2 va aggiunto il fatto che, grazie all’esperienza degli intermediari online, le pratiche risultano molto veloci, considerando anche il fatto che l'utente non perde tempo in spostamenti e lunghe attese in agenzia.
  • Nessun impegno sulle richieste di preventivo inviate tramite il sito. Ogni richiesta di prestito che farete online non è in forma impegnativa e vincolante in quanto trattasi di semplice richiesta di preventivo. Ogni richiesta di preventivo oltre ad essere gratuita è anche personalizzata: una volta immessa la richiesta verrà girata all’istituto o agenzia di mediazione creditizia per valutazione della vostra richiesta in base al servizio e all’importo del prestito prescelto. Il preventivo richiesto online è alle migliori condizioni di mercato. Il grande vantaggio di internet e delle richieste di prestiti online è la possibilità di confrontare le varie proposte presenti sul web in modo immediato, tramite i diversi comparatori in rete. Il risultato è quello di avere immediatamente le condizioni migliori di mercato per la richiesta effettuata. A questo va aggiunto il fatto che in qualunque momento sarà possibile richiedere ulteriori informazioni e chiarimenti sui preventivi proposti.
  • Le pratiche vengono aggiornate costantemente al fine di conoscere lo stato di avanzamento della pratica. Per avere notizie sulla vostra pratica non dovrete assolutamente muovervi e perdere tempo. Nessuna attesa in agenzia: basterà collegarsi via web o in alternativa fare una semplice telefonata per conoscere lo stato di avanzamento della vostra pratica di prestito.
  • Le promozioni online sono sempre le migliori. Quasi tutti gli istituti preferiscono fare delle offerte esclusive a chi decide di scegliere prestiti personali online. Alla base di queste offerte e promozioni vi è il discorso che per gli istituti creditizi gestire una pratica online comporta un risparmio in termini di costi inferiori.
  • Ricevi il finanziamento direttamente a casa tua. L'importo erogato sarà inviato al domicilio del richiedente tramite assegno circolare o bonifico bancario. Per approfondimenti e chiarimenti potrete anche andare sul sito di sul Prestitisbp.

Speriamo di avervi chiarito la questione dei prestiti online immediati.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Codice NACE: ecco come si legge e cosa significa

Immagine esemplificativa sul Codice Ateco

Le attività commerciali hanno importanza sul piano statistico a livello locale, nazionale ed europeo per valutare anche il volume degli scambi, nonché il numero delle attività presenti sul territorio e il loro stato di benessere; con l’apertura dei confini e del libero scambio, l’Unione Europea ha pensato di armonizzare gli istituti di statistica nazionali e di creare un proprio organo di analisi – Eurostat – e definire una nomenclatura più puntuale alle varie attività e realtà imprenditoriali da adottare nei singoli Stati Membri. Nasce così in sintesi la nomenclatura con i codici NACE, che andremo ad approfondire di seguito.

Quali franchising aprire? Ecco qualche dato

Idee di franchising 2022 per aprire attività o negozi in franchising di successo: ecco una breve guida sul franchising e l’elenco dei settori più in voga.